Con Decreto Dipartimentale n. 84 del 24/11/2023, il Ministero dell’Istruzione e del Merito, con uno stanziamento di 50 milioni di euro, si è impegnato a sostenere le studentesse e gli studenti nella partecipazione alle uscite didattiche e ai viaggi di istruzione, esperienze formative che sono parte integrante del percorso scolastico e favoriscono la socialità e la crescita culturale.

Le risorse stanziate saranno destinate, in particolare, ad agevolare le studentesse e gli studenti delle scuole statali secondarie di secondo grado provenienti da famiglie con ISEE dell’anno 2024 fino a 5.000 euro.

Le famiglie degli studenti devono presentare le domande dal 15 gennaio al 15 febbraio 2024 accedendo alla Piattaforma Unica “Famiglie e studenti” seguendo il percorso ivi indicato:

  • Accesso alla Piattaforma Unica > Sezione Servizi > Sotto Sezione Agevolazioni > Ambito Viaggi di Istruzione.

INFORMAZIONI UTILI

  • Ai fini della lavorazione della richiesta di agevolazione, i richiedenti devono necessariamente essere in possesso di una Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) in corso di validità, attestante la propria situazione ISEE.
  • Una volta inserita la richiesta, l’INPS verifica l’ISEE relativo a ciascuno studente richiedente, in funzione della soglia pari ad € 5.000,00 e comunica alla Piattaforma l’esito della richiesta di agevolazione; la famiglia dello studente riceve in tempo reale l’esito della stessa (positivo/negativo).
  • Il sistema consente di calcolare automaticamente l’importo effettivo di spettanza di ciascuno studente/studentessa.
  •  Le risorse assegnate a ciascuna Istituzione scolastica destinataria saranno equamente suddivise per il numero effettivo degli studenti beneficiari che, a valle della presentazione della richiesta in Piattaforma, abbiano ricevuto esito positivo.
  • Ad ogni studente beneficiario sarà riconosciuto un importo massimo pari a € 150,00.
  • Ove dovessero residuare risorse e, dunque, nell’ipotesi in cui l’importo per il viaggio di istruzione e/o visita didattica risulti inferiore al contributo concesso a ciascuno studente, la parte residua dell’agevolazione sarà utilizzata esclusivamente per decurtare gli importi previsti per eventuali successivi viaggi/visite didattiche programmati nel presente anno scolastico 2023/2024.
  • Si segnala che nell’eventualità in cui le Istituzioni scolastiche destinatarie delle risorse abbiano già effettuato i viaggi di istruzione e le visite didattiche per l’anno scolastico 2023/2024 e non abbiano ulteriori viaggi/visite in programmazione, sarà attivata una procedura di rimborso in favore degli studenti che risultano beneficiari del contributo.

SI allegano

Decreto Dipartimentale n° 84

ISTRUZIONI RAPIDE MINISTERIALI